Moda e Abbigliamento 2013

Il fashion brand Artigli ha pensato ad una linea di abbigliamento femminile rivolta ad una donna che ama vestire in maniera glamour, grintosa ed a volte seducente. Per la primavera estate 2013 Artigli suggerisce un look iperfemminile da valorizzare attraverso miniabiti di tulle drappeggiatiin romantiche tonalità, a cui alternare tubini elasticizzati impreziositi da cinture gioiello ma anche dress caratterizzati da scolli profondi e decorati con paillettes gold, spuntano anche vestitini svolazzanti stampati dalla vestibilità quasi impalpabile. Nel catalogo moda per la stagione calda 2013 si fanno notare anche dei capi di abbigliamento dallo stile più urban e meno impegnativo come ad esempio bluse decorate da borchie, magliette con grafiche pop che propongono diverse gradazioni di grigio, ed ancora t-shirt dorate e maglie oversize a rete.

Per un look più spensierato Artigli suggerisce i suoi briosi shorts in denim a pois, ma anche pantaloni a righe verticali in bianco e nero, le gonne a ventaglio di pizzo nero non mancano dei cenni animalier protagonisti su culottes e magliette con stampa leopardata. La proposta moda stagionale del brand non è poi immune al fascino dello stile rock glam che si palesa su diversi modelli quali: i gilet di denim borchiati oppure le mini giacche di ecopelle nera, di raso o di jeans d’ispirazione college, la stessa ispirazione strong ha contagiato anche la linea di accessori, infatti si fanno notare le collane dorate con pendente a forma di cornetto nero o rosso, ed anche i bracciali rigidi di metallo, tra le borse spiccano le pochette con frange, le tracolline trapuntate.

Milano Fashion week 2013: Cavalli dice basta all’animalier

Floreale, borchiette e pellicce: questo è il nuovo Roberto Cavalli. Dove è finito l’animalier Roberto? Non credevo ai miei occhi: un’intera collezione praticamente priva di animelier. Le uniche stampe presenti erano le floreali mixate ad altre fantasie che ricordavano vagamente la trama del bouclé.Molto nero, anche abbinato al blu e poi borgogna e sprazzi di rosa per alcuni dei fiori. Una collezione inaspettata e diversa. Poco riconoscibile se non fosse per i pezzi cult di casa Cavalli: le pellicce. Da Just ne abbiamo viste molte, persino sugli zaini, ma sulla passerella di Roberto Cavalli, queste sono state il fil rouge della collezione e il punto, l’unico, di continuità con le collezioni precedenti. Cavalli è amato perché Cavalli: cambiare rotta per assomigliare a qualcos’altro non è a mio parere una buona mossa. La collezione in effetti non aveva, fatta eccezione per i capospalla, un filo conduttore definito e, a mio parere, non è riuscita ad emozionare.

Piccola parentesi su make up e hairstyle: trucco carico sugli occhi e labbra nature. Capelli con scriminatura centrale e tirati indietro con effetto gel/bagnato. Una pettinatura proposta due giorni fa anche da Gucci: tendenza da imitare o da evitare?

2013-Autumn-Winter-Milan-Fashion-Week-Roberto-Cavalli.jpg

milano fashion week 2013,jast cavalli,passerella di roberto cavalli,borchiette e pellicce,collezione animelier,floreali mixate,pellicce,zaini

Roberto+Cavalli+Clp+Bis+Fall+2013+Details+nFQpCOR985Vl.jpg