Obiettivo pancia piatta: gli alimenti che ti aiutano

Scopri i cibi che contribuiscono a sgonfiarti e che sono i veri alleati della tua linea

L’obiettivo non è solo essere in linea: per esibire forme perfette è essenziale avere un addome piatto e tonico. Dieta e ginnastica sono, come al solito gli alleati migliori, ma scegliendo i cibi giusti possiamo “sgonfiarci” più facilmente e con minori sacrifici alimentari. Ecco i migliori alleati della pancia piatta, da non far mai mancare in dispensa e da mettere sempre in tavola.

Yogurt bianco magro – Al contrario degli altri latticini, che andrebbero usati con moderazione, lo yogurt magro non zuccherato è digeribile e, grazie ai fermenti lattici, aiuta a riequilibrare in modo naturale la flora batterica intestinale.

Cavolfiori e broccoli – Hanno un elevato potere saziante, sono ricchi di fibre e, cotti al vapore, danno anche un buon apporto di vitamina C. Il cavolfiore contiene anche sulforafano e clorofilla, dall’elevato potere antiossidante, e quindi è ottimo per combattere l’invecchiamento, ha un basso indice glicemico e aiuta a ridurre l’assorbimento dei grassi.

Continua a leggere

Sette rimedi casalinghi per la pelle secca

Sono tanti i rimedi casalinghi per la cura della pelle che possono essere una valida alternativa ai più costosi prodotti di marche famose. Molte persone hanno la pelle secca e molto sensibile che spesso provoca anche un fastidioso prurito; chi ne soffre sa quanto può essere sgradevole e non solo esteticamente, ma anche molto doloroso. Questi rimedi casalinghi daranno un sollievo immediato, essendo molto efficaci per lenire la pelle molto secca e delicata

In cima alla lista dei rimedi casalinghi più efficaci per la pelle secca e con prurito c’è sicuramente il bicarbonato di sodio.

  • Problemi di pelle secca su tutto il corpo: aggiungete una tazza di bicarbonato di sodio nella vasca piena di acqua calda; immergetevi per 15-30 minuti. Dopo il bagno, tamponate la pelle con un asciugamano o accappatoio morbido.
    1. Trattamento di aree specifiche
      Se la pelle è secca e pruriginosa solo in alcune parti del corpo, potete preparare una pasta con:
      – 1 parte di acqua minerale
      – 3 parti di bicarbonato di sodio

    applicate la pasta ottenuta sulla zona interessata e risciacquate dopo alcuni minuti.

    Ricca di vitamina E, fonte di antiossidanti e composti antiinfiammatori, l’avena è un ottimo rimedio per il trattamento della pelle secca e pruriginosa, perché lenisce la secchezza e l’irritazione, dando un sollievo immediato.

  • Problemi di pelle secca su tutto il corpo: aggiungete una tazza di avena nella vasca piena di acqua calda; immergetevi per 15-30 minuti. Dopo il bagno, tamponate la pelle con un asciugamano o accappatoio morbido.

Continua a leggere

Ceretta senza segreti: i trucchi per evitare il dolore

Con la bella stagione arriva la voglia di scoprirsi: ecco come rendere sopportabile la lotta ai peli superflui

“Chi bella vuole apparire, qualche pena deve soffrire”: così recita un vecchio detto popolare. Ed in effetti, la ceretta è una delle più grandi torture a cui noi donne siamo costrette per avere una pelle di pesca e poter mettere in mostra gambe e non solo. Tuttavia evitare un po’ di dolore si può: vediamo come rendere questo male necessario meno spiacevole di quel che purtroppo è.

Pelle liscia e sana: questo in sintesi quanto ci proponiamo di ottenere ogni volta che ci accingiamo alla depilazione. La ceretta è senza dubbio il metodo più efficace nella lotta ai peli superflui, ma è indubbiamente una pratica dolorosa: per quanto ciascuna di noi abbia differenti soglie di dolore è praticamente impossibile esserne del tutto indifferenti.

Naturalmente molto dipende dai punti che vogliamo trattare e dal nostro stato di salute in generale, ma esistono sistemi efficaci per rendere questa esperienza più sopportabile… stringendo i denti, ovviamente!

Chi ben comincia… : godiamoci una bella doccia o un bagno caldo qualche ora prima della ceretta: renderà morbidi i peli e dilaterà i pori, consentendo una depilazione decisamente meno dolorosa. Passiamo poi a uno scrub esfoliante: oltre a rendere la pelle più liscia e ad eliminare le cellule morte, porta in superficie i peli più corti affinchè nulla possa sfuggire al fatidico strappo migliorando la durata della ceretta e rendendo più sopportabile il male provato.

Pelo o contropelo?: le estetiste lo sanno bene: uno dei segreti per la ceretta indolore è stendere la cera nel verso di crescita, lo strappo è meno doloroso se secco, veloce e contropelo. Durante lo strappo, che sia professionale o fai-da-te, una corretta respirazione aiuterà a rilassarsi e a sentire meno dolore.

No al calore: la prova costume è davvero impietosa, non lascia scampo né all’accumulo di grasso né ai peli dell’inguine, zona che, insieme a quella sopra le labbra, è una delle parti più sensibili e delicate e perciò assai più dolorosa. Evitare che la cera sia troppo calda è fondamentale, decisamente preferibile utilizzare la cera tiepida o le strisce di cera fredda.

Mai a stomaco pieno: dopo il pranzo o la cena aumenta l’afflusso di sangue a causa della digestione e quindi anche la sensibilità della pelle… e il dolore della ceretta di conseguenza! Tra gli alimenti da evitare assolutamente c’è il caffè perché la caffeina sensibilizza la pelle, rendendo la ceretta più dolorosa. Quindi no anche al cioccolato? Non del tutto: un bel premio dopo aver tanto sofferto ce lo meritiamo, eccome!

Lieto fine se…: per la ceretta il sillogismo “finiti gli strappi, ergo finito il dolore” purtroppo non vale perché anche il decorso post ceretta potrebbe riservare qualche dolorosa sorpresa. Come evitare ulteriori fastidi? Basta prendersi qualche ora di relax: niente palestra, così il sudore, nemico della pelle irritata, non ci darà fastidio; un po’ di coccole e massaggi a base di oli naturali e senza alcool, come quello di mandorle dolci, per restituire morbidezza e idratazione all’epidermide; un bel libro o lo shopping e niente spiaggia o piscina, perché il sole potrebbe irritare ulteriormente la nostra pelle, già messa a dura prova fin troppo.

Doccia, come trasformarla in un trattamento di bellezza

Tutti i consigli e le regole per trasformare un momento di igiene in una vera e propria oasi mentale e fisica

Farsi la doccia, che cosa piacevole ma banale, in fondo. Sbagliato! Se pensate che alzarsi dal letto, o spogliarsi dello stress della giornata lavorativa, e filare sotto il getto dell’acqua sia un gesto elementare, da fare senza pensarci, siete sulla cattiva strada. Una doccia può fare molto bene al corpo, prima ancora che all’umore. Se farla male, in genere, non provoca danni, farla bene può comportare benefici per quanto riguarda la salute ma anche la bellezza del nostro corpo. Le regole da conoscere non sono molte ma sono consigli più che utili.

Dimmi quando quando quando
C’è un tempo giusto, per la doccia? È meglio farsela al mattino o alla sera? Questa è una delle domande fondamentali alle quali nemmeno i più grandi sapienti hanno trovato risposta, però… Bisogna sapere che durante la notte si accumula sebo, e la doccia mattutina ha quindi una maggiore utilità, soprattutto per chi ha la pelle grassa. Detto questo, tale regola non va seguita tassativamente. Chi ricava un maggiore piacere da una doccia a fine giornata, continui pure così. L’importante è che, invece, si attenga a queste altre raccomandazioni.

Continua a leggere

Scrub allo zucchero di canna

L’eliminazione delle cellule morte è importante per avere una pelle giovane e tonica. Esfoliarla regolarmente, oltre a liberarla dalle opacità, ne aumenta la micro circolazione, rendendola più luminosa, liscia e omogenea. Spesso si pensa che per ottenere i migliori risultati è necessario acquistare delle creme scrub molto costose, ma non tutte sanno che invece anche la propria dispensa può aiutarci nella scelta di ingredienti e prodotti naturali ed efficaci.

 

Quella che vi proponiamo oggi è la ricetta per preparare un ottimo scrub per viso e corpo con dello zucchero di canna e olio d’oliva.

Ingredienti:
1 tazza di zucchero di canna biologico
1/3 di olio extravergine d’oliva
cucchiaio di estratto di vaniglia puro

Preparazione e modo d’uso:

Prendete una terrina e versatevi tutti gli ingredienti mescolando bene.
Applicate una piccola quantità di quanto ottenuto sul viso ed effettuate uno scrub leggero con un movimento circolare.
Stessa procedura anche sul resto del corpo, con particolare attenzione a talloni, gomiti e ginoccia.
Infine, risciacquare con abbondante acqua.

Rimedi naturali contro le gambe gonfie

Per prevenire il gonfiore delle gambe e per evitare che insorga il problema dei piedi gonfie è necessario adottare uno stile di vita sano che comprenda alcuni accorgimenti:

  • mantenere attiva la circolazione sanguigna ed il microcircolo tramite una regolare attività fisica (anche delle camminate giornaliere di buon passo possono essere sufficienti). Per prevenire la comparsa del gonfiore delle gambe è quindi utile evitare di passare molte ore in piedi oppure sedute nella stessa posizione.
  • utilizzare calzature comode ed adatte al proprio piede, che permettano al piede di muoversi correttamente ed in libertà. Limitare quindi l’utilizzo delle scarpe a tacco alto, che non consentono di appoggiare correttamente la pianta del piede al suolo.
  • limitare l’uso del sale da cucina, in modo da evitare fenomeni di ritenzione idrica. Può essere utile utilizzare per la nostra alimentazione i sali iposodici comunemente in commercio, al posto del più diffuso sale da cucina.
  • arricchire la propria alimentazione di frutta e verdura, limitando l’uso di grassi animali e diconservanti alimentari che funzionano come ‘scorie’ inquinanti nel nostro organismo e che quindi contribuiscono ad aggravare eventuali problemi di ristagno intracellulare dei liquidi

Ma se il sintomo di una cattiva circolazione è già presente, ossia se le gambe sono già gonfie e pesanti, allora è il caso di considerare i rimedi naturali per curarla:

Favorire la circolazione:

  • edera
  • mirtillo
  • centella asiatica
  • vitte rossa
  • radice di rusco

edera, mirtillo, vite rossa, centella e radice di rusco aiutano a mantenere elastici i capillari e stimolando la circolazione e favorendo la risalita del flusso sanguigno dai piedi e dai vasi periferici.

Drenare:

  • betulla
  • escina
  • gambo d’ananas

Escina, betulla ed estratto di gambo d’ananas hanno un’ottima capacità drenante dei liquidi in eccesso.

Dare sollievo: Il mentolo:

Il mentolo fornisce sollievo grazie alla sensazione di freschezza che trasmette: applicare il mentolo sulle gambe gonfie e pesanti significa dare una sferzata immediata di vitalità e freschezza alle gambe stanche. La sensazione di sollievo è garantita e veloce. Oltre che tramite l’applicazione sotto forma di lozione oppure di crema, il mentolo può essere assunto anche attraverso capsule o tisane, che apporteranno lo stesso effetto, ma in modo meno immediato.

In erboristeria oppure in farmacia sono disponibili diversi rimedi naturali localimolto efficaci, i cosiddetti cosmetici defatiganti: creme, gel e  spray contro il gonfiore e la pesantezza delle gambe, che contengono uno o più ingredienti naturali come quelli che di cui abbiamo parlato. Ricordiamoci di applicare questi prodotti locali distribuendoli con delicatezza, partendo dal piede e salendo fino all’inguine, e massaggiando fino a completo assorbimento. La pressione della mano sulla pelle dovrà essere minima.

Come fare un massaggio tonificante per il viso

Per invecchiare bene o semplicemente per mantenere la pelle tonica e splendente, occorre curarla nel modo corretto. Servono i prodotti giusti, ma certo non qualche miracoloso elisir o qualche patto di eterna giovinezza: prova l’automassaggio, per garantire alla pelle un aspetto salutare.

Massaggiare la pelle, anche mentre si stende la propria crema abituale, è un passo molto importante

L’importanza del massaggio è ovvia: la pressione dei polpastrelli, se corretta, può fare davvero la differenza, permettendo al prodotto applicato di agire in profondità intensificando la sua azione.

Per massaggiare la pelle nel modo giusto fai così:

  1. Preleva una piccola quantità di crema idratante con i polpastrelli e, partendo dalla zona centrale della fronte, esercita una lieve pressione applicando un lieve massaggio.
  2. Se la crema che utilizzi lo permette, ed è delicata sul contorno occhi, passa dalla fronte a questa zona. Massaggia in modo delicato le palpebre, con lievi pressioni, per ottenere un effetto defatigante.
  3. Dagli occhi passa alla zona centrale del viso: massaggia con movimenti circolari gli zigomi, con delle lievi “spinte” verso le tempie.
  4. Termina con la zona del mento (sulla quale non abbondare troppo con la crema), e scendi sempre verso il collo distendendolo con cura. Questo passaggio è spesso sottovalutato, ma può fare davvero la differenza!

Questa tecnica di massaggio al viso è molto semplice e può essere effettuata ogni volta che si utilizza la crema idratante, al mattino come alla sera. I risultati saranno davvero visibili!

Truccate in spiaggia: cosmetici che proteggono dai raggi solari

Fino a pochi anni fa i dermatologi sconsigliavano alle donne di esporsi al sole truccate, perchè i cosmetici comunemente utilizzati nelle situazioni quotidiane, aumentavano gli effetti negativi dei raggi solari sulla pelle.

Negli ultimi anni le case cosmetiche sono corse ai ripari, specializzandosi nel realizzare cosmetici appositamente ideati per il mare. E’ così esploso il cosiddetto maquillage da spiaggia ed è ora possibile trovare prodotti dotati di filtri solari aggiuntivi delle principali marche. Dai fondotinta ai fard, dagli ombretti alle matite, passando per rossetti, terre e gloss sulle labbra, il maquillage da spiaggia aiuta oggi a prevenire i tumori della pelle e a idratarla, in combinazione con gli altri prodotti solari classici. Lo hanno capito anche i dermatologi americani dell’American Academy of Dermatology che per la prima volta hanno incluso questi prodotti tra gli strumenti di protezione della pelle.

Profumi d’estate: tra mare, agrumi e spezie

Il profumo è l’ultimo tocco di classe per completare il look e rendere unica la vostra presenza, vi si riconosce anche dal profumo oltre che dall’outfit e per questo anche questo aspetto non deve essere lasciato al caso ma scelto con cura. Se siete abituati ad affidarvi alle grandi marche e alle grandi maison di moda, l’estate propone per i più giovani il nuovo CK One Summer dalla particolare confezione che rievoca i fondali marini e le località balneari, se invece siete dei veri fashion addicted e avete per natura la voglia di stupire ed intrigare chi vi sta accanto con profumi ricercati Armani Privé fa il caso vostro. 

La famosa maison di moda si presenta sul mercato con due esclusive collezioni in edizione limitata : “La Collection des Mille et une Nuits” e “Les Éditions Couture”. Due perle di labuan da annusare fin dal nome con i loro toni ricercati della rosa di Damasco, dell’ambra e di tutte quelle fragranze rievocative delle atmosfere desertiche e del sensuale sapore mediorientale. Tocco di classe è la polvere d’oro sapientemente miscelata in ogni flacone. Un inno alla ricercatezza e al lusso oltre ogni limite.

Se invece siete tipi da pensare che l’estate è sinomino di vacanza e che quest’ultima si sposa bene con la parola libertà, potete cambiare rotta, allontanarvi dal percorso segnato e avventurarvi attraverso il sentiero impervio e sensuale della scelta della vostra essenza. Oppure, perchè non provare a miscelare in proprio varie essenze e trovare il proprio profumo? E’ sicuro che sarete unici e per una volta sarete voi a fare tendenza senza seguire la corrente. Per prima cosa dovete domandarvi cosa vi piace di più, quali sono le fragranze che vi mandano in estasi e che vi fanno sentire al top in tutti i sensi. Potete recarvi in erboristeria o in una profumeria specializzata e cominciare ad “odorare l’ambiente” per così dire. Il personale addetto saprà consigliarvi l’essenza più adatta ai vostri gusti.

Potete sbizzarrirvi a fare le prove dei mix più consoni al vostro umore o alla vostra idea di estate. Per una volta sarà il mondo che si omologherà a voi e non viceversa. Potete prendere quest’esperienza anche dal punto di vista culturale, magari scoprirete odori che non avevate mai sentito e in questo modo indagherete a fondo i vostri gusti. Scegliere il profumo, anzi creare il vostro personale mix di essenze potrebbe rivelarsi un viaggio conoscitivo alla ricerca di voi stessi. Perchè in questo mondo caotico si fa presto a perdersi. Qualcuno ha detto che non esiste stile azzeccato che non sia personale e questo vale anche per i profumi che si indossano. Inoltre ilprofumo è un accessorio personale perchè si deve amalgamare perfettamente alla propria pelle, ognuno di noi ha un odore particolare, più o meno adatto ad accoglierne un altro. Non ci sono profumi che vanno bene per tutti e anche questo è da scoprire. Affilate l’odorato, prendetevi un giorno libero e create il profumo adatto a voi con il quale abbraccerete l’estate a viso aperto.