La nuova tendenza dell’inverno: le maxi coperte a maglia

Molto più di un passatempo: ecco il nuovo “fai da te” che permette di creare accessori perfetti per la nostra casa.

Freddo? Temperature in picchiata? Niente di meglio che mettersi al lavoroa maglia! La nuova tendenza dell’home decor per l’inverno è quella di realizzare a mano maxi coperte di lana calde, colorate e super soffici rigorosamente fatte coi ferri. Difficile? Assolutamente no: basta dotarsi del filato giusto e dei ferri adatti. Ecco qualche idea!

La casa è il nostro nido e per questo il comfort si coniuga con il calore: il calore delle cose che ci circondano (oggetti, soprammobili, fotografie) e anche dei materiali che ci avvolgono, a maggior ragione con l’arrivo della stagione fredda.

La maxi coperta di lana sta vivendo un momento di grande fulgore, soppiantando anche i morbidi pile, che dalla loro hanno leggerezza e facilità di lavaggio, ma che sono anonimi e senza personalità.

C_2_fotogallery_3083796_0_imageEcco quindi che, gomitoli giganti alla mano, potremo dare libero sfogo alla fantasia: che si tratti di aggiungere una coperta al nostro letto, di appoggiarla sul divano o la poltrona, la maxi coperta darà personalità e stile al nostro arredo.

Continua a leggere

Doccia, come trasformarla in un trattamento di bellezza

Tutti i consigli e le regole per trasformare un momento di igiene in una vera e propria oasi mentale e fisica

Farsi la doccia, che cosa piacevole ma banale, in fondo. Sbagliato! Se pensate che alzarsi dal letto, o spogliarsi dello stress della giornata lavorativa, e filare sotto il getto dell’acqua sia un gesto elementare, da fare senza pensarci, siete sulla cattiva strada. Una doccia può fare molto bene al corpo, prima ancora che all’umore. Se farla male, in genere, non provoca danni, farla bene può comportare benefici per quanto riguarda la salute ma anche la bellezza del nostro corpo. Le regole da conoscere non sono molte ma sono consigli più che utili.

Dimmi quando quando quando
C’è un tempo giusto, per la doccia? È meglio farsela al mattino o alla sera? Questa è una delle domande fondamentali alle quali nemmeno i più grandi sapienti hanno trovato risposta, però… Bisogna sapere che durante la notte si accumula sebo, e la doccia mattutina ha quindi una maggiore utilità, soprattutto per chi ha la pelle grassa. Detto questo, tale regola non va seguita tassativamente. Chi ricava un maggiore piacere da una doccia a fine giornata, continui pure così. L’importante è che, invece, si attenga a queste altre raccomandazioni.

Continua a leggere

Scrub allo zucchero di canna

L’eliminazione delle cellule morte è importante per avere una pelle giovane e tonica. Esfoliarla regolarmente, oltre a liberarla dalle opacità, ne aumenta la micro circolazione, rendendola più luminosa, liscia e omogenea. Spesso si pensa che per ottenere i migliori risultati è necessario acquistare delle creme scrub molto costose, ma non tutte sanno che invece anche la propria dispensa può aiutarci nella scelta di ingredienti e prodotti naturali ed efficaci.

 

Quella che vi proponiamo oggi è la ricetta per preparare un ottimo scrub per viso e corpo con dello zucchero di canna e olio d’oliva.

Ingredienti:
1 tazza di zucchero di canna biologico
1/3 di olio extravergine d’oliva
cucchiaio di estratto di vaniglia puro

Preparazione e modo d’uso:

Prendete una terrina e versatevi tutti gli ingredienti mescolando bene.
Applicate una piccola quantità di quanto ottenuto sul viso ed effettuate uno scrub leggero con un movimento circolare.
Stessa procedura anche sul resto del corpo, con particolare attenzione a talloni, gomiti e ginoccia.
Infine, risciacquare con abbondante acqua.

Dimagrire velocemente anche in ufficio si può, ecco come!

Fuori casa tutto il giorno? Nessun problema: ecco qualche piccola strategia per perdere peso, restare in forma e sentirsi leggeri

Inutile nasconderlo: se lavoriamo in ufficio, sicuramente il tempo trascorso seduti alla scrivania e di fronte a un computer è tantissimo. Oltre a non far bene alla nostra postura, anche la linea necessariamente è messa a dura prova e una passeggiata in pausa pranzo per prendere una boccata d’aria purtroppo non è sufficiente. Evitare di prendere peso, o addirittura per perdere qualche chilo, e avere una pelle luminosa nonostante polvere e smog non è impossibile: basta uno stile di vita sano in grado di regalare benessere, vitalità e umore al top. Ecco quindi un piccolo vademecum da leggere con attenzione e… mettere in pratica!

Il buongiorno si vede dal mattino: ua buona abitudine assolutamente da non perdere è quella di preparare un infuso a base di limone e zenzero da portarci al lavoro. Ricordiamo che per combattere la ritenzione idrica è importante bere molto durante la giornata: niente di meglio di una bevanda fatta in casa, genuina ed economica.

Occhio al break: interrompere un momento l’attività e prendersi qualche minuto di relax è sacrosanto, ma ricordiamo che il caffè può darci fastidio allo stomaco amplificando la fame. Nella nostra borsa (che è sempre troppo grande!) ricordiamoci di portare un frutto oppure una manciata di frutta secca o qualche cracker.

Continua a leggere

Pelle: quel che cʼè da sapere per conservare la bellezza dopo i 30

Qualche solco si fa vedere? Il make up non “regge” più come prima? Niente paura: ecco come conservare un aspetto giovane e fresco

Non è mai troppo presto perchè prendersi cura della pelle ora farà la differenza anche sulla bellezza futura. Con corrette abitudini e trattamenti giusti, si può contrastare efficacemente il fisiologico processo di invecchiamento: ecco qualche suggerimento per non temere gli effetti del tempo.

Ammettiamolo: dopo i trent’anni quasi ci mancano i problemi tipicamente giovanili, come l’acne per esempio, che tanto ci affligeva da ragazze. La comparsa di un brufolo ci metteva ko, una vera iattura soprattutto in vista di un incontro galante
Arrivate a questa fase della vita dobbiamo iniziare a pensare al futuro e le attenzioni da dedicare alla nostra pelle diventano fondamentali per il rinnovamento cellulare e per prevenire il progressivo processo ossidativo. Del resto, è proprio a partire dai 30 anni che iniziano a formarsi le prime, piccole rughe, vero e proprio segnale d’allarme. Ecco allora i consigli di bellezza per mantenere giovane l’epidermide il più a lungo possibile. Continua a leggere

Mandorle: ottime per la salute, eccellenti per lʼepidermide

Pelle idratata, rinnovata e più compatta con lʼolio di questo prezioso frutto mediterraneo.

Originario della Puglia e della Sicilia, il mandorlo ci regala un frutto davvero eccezionale dalle mille proprietà. Pur essendo piuttosto caloriche, le mandorle consumate in piccole quantità possono essere molto utili al nostro organismo, ma anche nella cosmesi hanno il loro perché!

Mandorle preziose per la nostra salute, abbiamo detto: ed in effetti non solo contengono grandi quantità di fibre, utili per favorire il transito intestinale e combattere la stitichezza, ma anche i micronutriementi, ottimi per la memoria e per risanare i tessuti celebrali.

Mandorle ottime per la cosmesi, anche. Infatti l’olio che ne viene estratto è ricco di vitamina E, B e sali minerali e può essere utilizzato come rimedio naturale per capelli spenti e sfibrati, per delicati massaggi aromatici, ma soprattutto per restituire al viso una pelle idratata, rinnovata e più compatta eliminando le cellule morte.
Vediamo quindi come utilizzare questo straordinario alleato di bellezza in tre semplici passaggi. Continua a leggere

Clean eating: dieci strategie per cambiare il tuo modo di mangiare

I consigli per iniziare e dimagrire, vivere a lungo, trasformare la dieta in una medicina

Qual è il tuo rapporto con il cibo? La mancanza di tempo spesso ci rende schiavi di prodotti già pronti e preparazioni industriali: l’eccesso di zucchero, sale, conservanti e coloranti è all’ordine del giorno. Dieci ispirazioni per puntare sulla cucina naturale e trasformare il tuo stile di vita.

VOGLIA DI FRESCO – Più vegetali freschi, di ogni tipo, scelti fra la frutta e la verdura di stagione. Evita di esagerare con le quantità: scegliere due o tre tipologie è sufficiente e ti fa risparmiare. Divertiti ad assaggiare i prodotti del territorio.

QUESTIONE DI TEMPO – Sì alle ricette semplici e al crudismo per disintossicare l’organismo e favorire il lavoro del fegato. Farai il pieno di vitamine e sali minerali. La cucina naturale aiuta a mantenersi in forma e combatte l’invecchiamento.

QUALITÀ – Frutta e verdura bio, ma non solo: la verità è che leggere l’etichetta non basta. Informati sui metodi di produzione e le aziende dietro i prodotti che utilizzi abitualmente. Scegli i mercati locali, dove acquistare con consapevolezza.

Continua a leggere

Nausea: cause, tipologie e rimedi

La nausea è un disturbo da attribuire a diversi fattori e per trovare il giusto rimedio naturale da adottare per contrastarlo è necessario capirne la causa e poi intervenire in maniera efficace. La nausea può essere dovuta a diversi problemi legati al reflusso gastroesofageo, oppure ad intolleranze alimentari, ad un’intossicazione alimentare, il disturbo può essere provocato anche da mal di stomaco, ma anche da stress ed ansia, può sorgere in concomitanza del ciclo o durante la gravidanza, in casi più gravi può essere legato a patologie che vanno analizzate meglio e per questo è necessario chiedere un consulto medico.

Tra le cause più comuni che determinano la nausea c’è il mal di stomaco, si avvertono delle difficoltà nella digestione, soprattutto se si sono consumati dei pasti con pietanze eccessivamente elaborate e pesanti o se si mangia troppo. Per questo tipo di nausea si suggerisce come rimedio naturale di far bollire dell’acqua con la buccia ed il succo di un limone.
La nausea è un sintomo comune anche in caso di influenza: si suggerisce di digiunare almeno per due ore e rimanere a riposo, per poi riprendere a mangiare adottando un regime alimentare più leggero si consiglia infatti di mangiare “in bianco” e di bere spesso acqua.
Se durante il ciclo si soffre di nausea allora il soggetto necessita di un maggiore apporto di magnesio, vengono poi consigliati anche gli infusi di camomilla, passiflora,valeriana e melissa in quanto mirano a rilassare l’addome; un valido rimedio è poi rappresentato dalle tisane a base di finocchio che agisce riducendo il gonfiore che accompagna il ciclo.
Se non si riesce a determinare la vera causa della nausea è utile un rimedio naturale e sempre benefico: preparare una tisana con buccia e succo di limone ed una foglia di alloro che aiuta a rilassare i muscoli addominali; ma anche i decotti di melissa o di menta.

Quante volte (e come) dobbiamo lavarci le mani e farle lavare ai nostri figli?

a dita incrociate,tipo di pelle,passaggi fondamentali,aspetto fisico,salute,consigli,l'igiene delle mani,saponi delicati e adatti al tipo di pelle,asciugamano,l'acqua del rubinetto,operazione,frizionare,sapone sulle mani,sul dorso delle dita,risciacquare bene le mani“Di corsa a lavarsi le mani!” quante volte abbiamo pronunciato questa frase in presenza dei nostri figli? E quante volte loro, sbuffando, ci hanno chiesto il perché o ci hanno assicurato di avere le mani pulite?

Ma conosciamo davvero l’importanza di questo gesto? Un recente studio ha verificato che lavandosi le mani almeno cinque volte al giorno si riduce del 25% il rischio di contrarre malattie  dell’apparato respiratorio e in percentuali maggiori eventuali disturbi dell’apparato gastrointestinale. Non si tratta dunque di un semplice “tormentone della mamma”, ma di una pratica utile e necessaria, specialmente per chi vive in città e utilizza spesso i mezzi di trasporto o frequenta luoghi pubblici (scuola, palestra, piscina, etc). 

In ogni caso, per tutti valgono le seguenti regole:

1) È molto importante lavarsi le mani prima di mangiare o cucinare, prima di medicare una ferita, entrare in contatto con neonati, mettersi colliri o lenti a contatto. Lo stesso vale dopo essere stati alla toilette, aver toccato degli animali, dopo essersi soffiati il naso, starnutito, tossito, o dopo aver toccato alimenti e in particolare carni crude. Occorre pulirsi le mani anche dopo aver maneggiato rifiuti, essere stati in luoghi molto affollati, o aver fatto visita a persone ammalate. 

a dita incrociate,tipo di pelle,passaggi fondamentali,aspetto fisico,salute,consigli,l'igiene delle mani,saponi delicati e adatti al tipo di pelle,asciugamano,l'acqua del rubinetto,operazione,frizionare,sapone sulle mani,sul dorso delle dita,risciacquare bene le mani2) Altro aspetto molto importante è come ci si lava le mani. Una campagna del Ministero della Salute di qualche anno fa ci dà utili indicazioni su come farlo in maniera corretta. Affinché questa operazione sia davvero efficace, ricordatevi di dedicarvi circa 40-60 secondi. 

Ecco i passaggi fondamentali:

  • bagnare bene le mani con l’acqua del rubinetto
  • erogare una buona quantità di sapone
  • frizionare il sapone sulle mani seguendo questi passaggi:
  • palmo contro palmo
  • palmo contro dorso
  • a dita incrociate
  • sul dorso delle dita
  • attorno ai pollici
  • sulla punta delle dita
  • risciacquare bene le mani
  • asciugare accuratamente
  • richiudere il rubinetto con l’asciugamano

3) Un’ultima raccomandazione è quella di utilizzare saponi delicati e adatti al tipo di pelle. L’igiene delle mani, come di ogni altra parte del corpo è importante, ma attenzione anche a non esagerare: lavarsi le mani troppo spesso può irritare la pelle e renderla secca. 

Bene, adesso è tutto chiaro. Ogni volta che vi lavate le mani e le fate lavare ai vostri figli tenete bene in mente questi preziosi e semplici consigli, eviterete inutili e noiose giornate a letto.

Sani belli e in forma

L’acido folico o folato o folacina fa parte delle vitamine del complesso B. Partecipa insieme alla vitamina B12 a molti processi dell’organismo. E’essenziale per la divisione cellulare, poiché è indispensabile per la sintesi del DNA. E’importantissimo nello sviluppo del sistema nervoso del feto. E’essenziale per la salute mentale ed emozionale.

Il suo deficit durante la gravidanza è stato collegato a diverse malformazioni neonatali,compresi i difetti del tubo neurale,come la spina bifida. Stimola le funzioni del fegato. Una carenza di acido folico viene spesso correlata alla mancanza di memoria e di energi, depresione, all’arteriosclerosi e all’osteoporosi. Nonostante la sua diffusa presenza negli alimenti,la carenza di acido folico è la più comune. Il motivo risiede nelle abitudini alimentari: i cibi di origine animale.ad eccezione del fagato,ne sono carenti,mentre i vegetali,che ne sono ricchi ,non vengono consumati con la stessa frequenza. Inoltre l’alcol e molti dei farmaci comunemente prescritti,come estrogeni,sulfasalazina e barbeturici,interferiscono con la metabolizzazione dell’acido folico che di più è estremamente sensibile e facilmente distrutto dal calore e dalla luce.

Continua a leggere