Sette rimedi casalinghi per la pelle secca

Sono tanti i rimedi casalinghi per la cura della pelle che possono essere una valida alternativa ai più costosi prodotti di marche famose. Molte persone hanno la pelle secca e molto sensibile che spesso provoca anche un fastidioso prurito; chi ne soffre sa quanto può essere sgradevole e non solo esteticamente, ma anche molto doloroso. Questi rimedi casalinghi daranno un sollievo immediato, essendo molto efficaci per lenire la pelle molto secca e delicata

In cima alla lista dei rimedi casalinghi più efficaci per la pelle secca e con prurito c’è sicuramente il bicarbonato di sodio.

  • Problemi di pelle secca su tutto il corpo: aggiungete una tazza di bicarbonato di sodio nella vasca piena di acqua calda; immergetevi per 15-30 minuti. Dopo il bagno, tamponate la pelle con un asciugamano o accappatoio morbido.
    1. Trattamento di aree specifiche
      Se la pelle è secca e pruriginosa solo in alcune parti del corpo, potete preparare una pasta con:
      – 1 parte di acqua minerale
      – 3 parti di bicarbonato di sodio

    applicate la pasta ottenuta sulla zona interessata e risciacquate dopo alcuni minuti.

    Ricca di vitamina E, fonte di antiossidanti e composti antiinfiammatori, l’avena è un ottimo rimedio per il trattamento della pelle secca e pruriginosa, perché lenisce la secchezza e l’irritazione, dando un sollievo immediato.

  • Problemi di pelle secca su tutto il corpo: aggiungete una tazza di avena nella vasca piena di acqua calda; immergetevi per 15-30 minuti. Dopo il bagno, tamponate la pelle con un asciugamano o accappatoio morbido.

Continua a leggere

Scrub allo zucchero di canna

L’eliminazione delle cellule morte è importante per avere una pelle giovane e tonica. Esfoliarla regolarmente, oltre a liberarla dalle opacità, ne aumenta la micro circolazione, rendendola più luminosa, liscia e omogenea. Spesso si pensa che per ottenere i migliori risultati è necessario acquistare delle creme scrub molto costose, ma non tutte sanno che invece anche la propria dispensa può aiutarci nella scelta di ingredienti e prodotti naturali ed efficaci.

 

Quella che vi proponiamo oggi è la ricetta per preparare un ottimo scrub per viso e corpo con dello zucchero di canna e olio d’oliva.

Ingredienti:
1 tazza di zucchero di canna biologico
1/3 di olio extravergine d’oliva
cucchiaio di estratto di vaniglia puro

Preparazione e modo d’uso:

Prendete una terrina e versatevi tutti gli ingredienti mescolando bene.
Applicate una piccola quantità di quanto ottenuto sul viso ed effettuate uno scrub leggero con un movimento circolare.
Stessa procedura anche sul resto del corpo, con particolare attenzione a talloni, gomiti e ginoccia.
Infine, risciacquare con abbondante acqua.

Viso: tutto quel che cʼè da sapere sulla crema notte

Luce o buio? Per la nostra pelle la differenza cʼè, eccome: ecco i motivi per cui usare la crema prima di dormire è importante

Scetticismo addio: dare alla pelle del viso prodotti differenti per il giorno e per la notte non solo è utile, ma è necessario: il nostro corpo e la nostra epidermide, infatti, hanno meccanismi biologici differenti che regolano il metabolismo a seconda del momento della giornata in cui siamo. Proviamo quindi a capire quanto sia importante utilizzare una crema specifica per la notte prima di consegnarsi alle braccia di Morfeo.

Luce e buio, abbiamo detto: e infatti a partire dalle ore serali, i meccanismi cellulari si mettono in moto per riparare i danni causati durante il giorno dalle esposizioni al sole, al vento, al freddo, all’inquinamento, ma anche da una cattiva alimentazione. Al finire della giornata, e soprattutto nelle ore notturne, inizia anche la fase di ricostruzione e del ricambio cellulare.
Il sonno è quindi un formidabile alleato per la nostra bellezza perché è proprio durante la notte che l’epidermide attiva dei processi di rigenerazione e riparazione cutanea ed è decisamente più ricettiva ai trattamenti cosmetici.

Continua a leggere

Come fare un massaggio tonificante per il viso

Per invecchiare bene o semplicemente per mantenere la pelle tonica e splendente, occorre curarla nel modo corretto. Servono i prodotti giusti, ma certo non qualche miracoloso elisir o qualche patto di eterna giovinezza: prova l’automassaggio, per garantire alla pelle un aspetto salutare.

Massaggiare la pelle, anche mentre si stende la propria crema abituale, è un passo molto importante

L’importanza del massaggio è ovvia: la pressione dei polpastrelli, se corretta, può fare davvero la differenza, permettendo al prodotto applicato di agire in profondità intensificando la sua azione.

Per massaggiare la pelle nel modo giusto fai così:

  1. Preleva una piccola quantità di crema idratante con i polpastrelli e, partendo dalla zona centrale della fronte, esercita una lieve pressione applicando un lieve massaggio.
  2. Se la crema che utilizzi lo permette, ed è delicata sul contorno occhi, passa dalla fronte a questa zona. Massaggia in modo delicato le palpebre, con lievi pressioni, per ottenere un effetto defatigante.
  3. Dagli occhi passa alla zona centrale del viso: massaggia con movimenti circolari gli zigomi, con delle lievi “spinte” verso le tempie.
  4. Termina con la zona del mento (sulla quale non abbondare troppo con la crema), e scendi sempre verso il collo distendendolo con cura. Questo passaggio è spesso sottovalutato, ma può fare davvero la differenza!

Questa tecnica di massaggio al viso è molto semplice e può essere effettuata ogni volta che si utilizza la crema idratante, al mattino come alla sera. I risultati saranno davvero visibili!

Fondotinta coprente: per rendere omogenea la tua pelle

Il fondotinta coprente è il cosmetico perfetto per donare al tuo viso un aspetto sano, ma soprattutto per coprire tutte quelle imperfezioni della pelle che vorresti che non si potessero vedere. Questo prodotto, infatti, è in grado di rendere la pelle più omogenea e, appunto, coprire brufoli, cicatrici, rossori e macchie. Ma come scegliere quello giusto? Ecco tutti i consigli utili:

Composizione
Rispetto agli altri fondotinta esistono alcune differenze per quanto riguarda la sua composizione. Il fondotinta coprente, infatti, contiene fino al 25% di pigmenti (le particelle di colore che danno alla pelle un aspetto omogeneo) in più. La pelle appare così più uniforme e quasi priva di difetti.

Come scegliere quello giusto

Per scegliere il fondotinta coprente più adatto bisogna tener conto della propria pelle:

  • Se hai la pelle secca hai bisogno di un prodotto che, oltre a coprire, idrati e rimanga morbido sul tuo viso. Scegli, quindi, un fondotinta dalla consistenza cremosa e fluida.
  • Se, invece, hai la pelle grassa, evita i fondotinta cremosi, ma preferisci quelli in polvere che mantengono più a lungo la pelle asciutta e uniforme.

Inoltre, in base alla quantità e all’importanza delle imperfezioni da nascondere, puoi scegliere un fondotinta a coprenza leggera, media o alta.

I trucchi per avere sopracciglia perfette

Possono essere sottili, indisciplinate, a chiazze, diritte. Stiamo parlando delle sopracciglia, che per le donne possono a volte rappresentare un problema. Le loro imperfezioni o asimmetrie creano spesso delle ansie e quindi si deve ricorrere al trucco per rimediare alle imperfezioni di madre natura. Qualche consiglio per avere sopracciglia perfette lo fornisce Sania Vucetaj, fondatrice del Sania’s Brow Bar di New York:

Non hanno arco

Anzitutto accettarsi per come mamma ci ha fatte: invece di guardare al problema con grande ansia, affrontarlo con intelligenza. Utilizzare lo spazio naturale tra la fronte e le palpebre per determinare la forma che dovrebbero prendere, seguendo la linea della fronte: “Se non c’è molto spazio, eliminare i peli superflui – dice la Vucetaj – Se c’è un sacco di spazio basta mantenere i peli più folti, per evitare il look a sorpresa. Ricordatevi di tirare i peli nella direzione della crescita per ottenere i migliori risultati”.

 

Ringiovanire la pelle con l’acido ialuronico

L’acido ialuronico aiuta a ringiovanire la pelle. Scopri come eliminare le rughe con creme e iniezioni! Ecco i consigli anti age da valutare attentamente. Acido ialuronico, collagene o botulino? Chi è alla ricerca di un modo per ringiovanire la pelle rovinata dal tempo può trovarsi di fronte all’imbarazzo della scelta. Tra le soluzioni a disposizione l’acido ialuronico sta vivendo un periodo di vero e proprio successo. Presente naturalmente all’interno della pelle, l’acido ialuronico svolge diverse funzioni, da garantire il mantenimento della corretta idratazione alla riparazione dei tessuti, passando per la difesa nei confronti dei microrganismi. Ma c’è di più: l’acido ialuronico è anche in grado di conferire volume, motivo per cui è sempre più utilizzato anche per ritocchini estetici mirati, ad esempio, all’ottenimento di labbra dall’aspetto più carnoso.

Purtroppo già a partire dai 18 anni la pelle inizia a perdere parte di questa preziosa componente naturale, fenomeno che con il passare del tempo può favorire la comparsa delle rughe e di altriinestetismi cutanei.

Al contrario, preservare o arricchire le scorte di questa molecola aiuta a mantenere la pelle giovane ed elastica.

Ecco quali sono i prodotti a base di acido ialuronico che aiutano a ringiovanire la pelle

  • I prodotti ad uso topico. Le creme contenenti acido ialuronico aiutano a idratare la parte più superficiale dell’epidermide, sia fornendogli acqua, sia trattenendola al suo interno. Questa loro azione riduce le perdite idriche e protegge la pelle dallo sporco e dalle sostanze inquinanti. Tuttavia, essendo una molecola di grosse dimensioni, l’acido ialuronico presente nelle creme idratanti non penetra nell’epidermide e il suo effetto dura solo qualche giorno. L’uso regolare di questi prodotti permette comunque di mantenere la pelle correttamente idratata.
  • I filler. Si tratta di soluzioni che devono essere iniettate negli strati più profondi della pelle, dove arricchiscono il derma di acido ialuronico. In questo modo è possibile ottenere un effetto riempiente e ringiovanente. Possono essere utilizzati per eliminare rughe e grinze sul viso, sul collo e sul petto. Purtroppo anche in questo caso l’effetto è solo temporaneo: in media l’azione antirughe dura 6 mesi.

Per quanto riguarda la sicurezza, i prodotti a base di acido ialuronico sono considerati praticamente esenti da rischi, soprattutto se contengono molecole di sintesi non ottenute da tessuti umani o di origine animale.

Anche il rischio di reazioni allergiche o di effetti collaterali è considerato basso. Anche quando si sceglie di sottoporsi ad un filler, nella maggior parte dei casi la reazione più grave con cui si può avere a che fare è un arrossamento o un gonfiore temporaneo.

Il fondotinta giusto per l’estate

I face and body sono fondotinta leggerissimi e super idratanti che non appesantiscono ma regalano un incarnato omogeneo e una pelle compatta. Si assorbono subito e sono un’ ottima base per usare dei blush liquidi o in crema per un effetto luminoso e super naturale.

Ottimo per coprire gli antiestetici segni dell’abbronzatura del decolleté o da applicare sulle gambe che faticano ad abbronzarsi; la sensazione sarà quella di usare una crema idratante. In alternativa i fondi minerali sono perfetti per chi ha una pelle priva di grossi difetti o una pelle grassa perché tende a seccarla. Restano un po’ polverosi ma si possono mescolare con la vostra crema da giorno per renderli più idratanti.

Attenzione però: in commercio ci sono molti fondi spacciati per minerali ma che in realtà contengono conservanti e sostanze chimiche; i veri fondi minerali contengono soltanto Titanium dioxide, Mica, Iron oxide ed eventualmente Zinc oxide e nient’altro. Leggete sempre la composizione, è giusto pretendere di avere davvero ciò per cui spendiamo i nostri soldi.

Sempre per quest’estate, una novità, è il ritorno delle sopracciglia piene, e proseguirà anche per l’autunno prossimo. Dovranno essere ovviamente curate, con il disegno adatto al vostro viso e rinforzate nel colore. Donano un aspetto più deciso e moderno e rafforzano l’espressione del viso. Eliminate con una pinzetta solo i peli di troppo, pelo per pelo, per studiarne piano piano l’effetto.

Eliminate il meno possibile nella parte superiore, e togliete quelli in mezzo per evitare il look “monociglio“. Seguite il più possibile la vostra forma naturale e limitatevi a cambiare la forma con il trucco; come? In commercio troviamo numerosi prodotti validi, la cosa più semplice da usare è una matita; per non sbagliare chiedete quelle specifiche per sopracciglia.

Devono essere più dure rispetto a quelle per occhi e labbra, possibilmente waterproof, e non devono avere sfumature brillanti e calde; sceglietene una mezzo tono più scuro del vostro e applicatela in maniera leggera disegnando dei piccoli peli ad effetto naturale. In alternativa riempitele con un po’ di ombretto Matt. 

Olio essenziale di Ylang ylang

Calmante se inalato svolge un’azione rilassante sul sistema nervoso, attenuandone i disturbi, come ansia, depressione, irritabilità, nervosismo e insonnia. L’olio essenziale di ylang ylang crea armonia in caso di contrasti, collera, rancore e frustrazione, perché favorisce la comprensione e il perdono, dissolve le delusioni e le offese, ripristina il desiderio di amare;

Ipotensivo, l’essenza è in grado di abbassare la pressione arteriosa e di attenuare i disturbi provocati sul sistema cardio-circolatorio dallo stress, come palpitazioni e tachicardia.

Afrodisiaco è un olio essenziale erotico, utile per risvegliare i sensi, in caso di frigidità, impotenza, e per chi non riesce a lasciarsi andare; allontana il dubbio, le insicurezze e i sentimenti bloccati. È di grande aiuto nella femminilità repressa perché libera la gioia, la sensualità, l’euforia e la sicurezza interna.

Tonificante e astringente per la pelle è indicato in caso produzione eccessiva di sebo e acne: se diluito qualche goccia nel detergente per il viso, il derma recupera tono e luminosità. Se versato in piccole dosi, in olio di cocco o burro di Karitè, è un ottimo nutriente e protettivo per i capelli, soggetti a salsedine, vento e sole.

Olio essenziale di Ylang ylang: descrizione pianta

impacco per capelli prima dello shampoo,olio essenziale di ylang ylang,bagno rilassante,ambiente,saponi e prodotti per l’igiene personale,profumo afrodisiaco,chioma,colore verde scuro,burro di karitè,nutriente e protettivo per i capelli,detergente per il viso,palpitazioni e tachicardia,sistema cardio-circolatorio dallo stress,pressione arteriosa,ansia,depressione,irritabilità,nervosismo e insonnia,profumo dolce,floreale,olio essenziale erotico,afrodisiaco è un olio essenziale eroticoAlbero alto fino a 12-15 metri, originario dell’Indonesia, diffuso anche in Australia e in parte dell’Asia, sempreverde o semi-sempreverde. Ha fusto eretto, molto ramificato che dà origine a una chioma ben equilibrata. Le foglie sono grandi, di colore verde scuro, lucide, di forma lanceolata e con margini ondulati; sulla pagina inferiore sono leggermente pubescenti. In primavera e in autunno produce numerosi fiori all’ascella fogliare, solitari o riuniti in piccoli grappoli; hanno 3-5 petali allungati, penduli, di colore giallo-verdastro somiglianti a una stella a 5 punte, che diventano giallo intenso quando arrivano a maturità.

Olio essenziale di Ylang ylang: cenni storici  

Il nome ylang-ylang di origine tagalog, significa fiore dei fiori, o da ilang-ilan, ossia “non comune”, riferibile all’aroma molto particolare. Le donne di quei luoghi usavano disciogliere qualche goccia nell’olio di cocco per proteggere pelle e capelli durante la stagione delle piogge. Già i coloni francesi la definirono “profumo afrodisiaco”, perché veniva usato negli harem insieme ad altri olii essenziali. Fiore solo all’apparenza delicato, l’ylang-ylang viene chiamato anche «il gelsomino dei poveri» perché i suoi petali odorosi sono invece molto resistenti e consentono di effettuare fino a 3 distillazioni successive. Il prodotto della prima distillazione viene denominato ylang-ylang extra ed è comunemente usato in profumeria. Le distillazioni successive possiedono una qualità gradualmente inferiore. La terza distillazione mantiene ancora una discreta quantità di profumo ed è impiegata in saponi e prodotti per l’igiene personale.

Olio essenziale di Ylang ylang: parte utilizzata

I fiori sonole parti he vengono utilizzate per effettuare le distillazioni.

Olio di Ylang ylang: metodo di estrazione

Distillazione per corrente di vapore.

Olio essenziale di Ylang ylang: nota

Nota di cuore: profumo dolce, floreale, speziato

Olio essenziale di Ylang ylang: uso e consigli pratici

Diffusione ambientale: 1 gc di olio essenziale di ylang ylang per ogni mq dell’ambiente in cui si diffonde, mediante bruciatore di olii essenziali o nell’acqua degli umidificatori dei termosifoni

Bagno rilassante: 10 gc nell’acqua della vasca,emulsionare agitando forte l’acqua, quindi immergersi per 10 minuti

Uso cosmetico: diluite al 5% il prodotto in olio di cocco per farne un impacco per capelli prima dello shampoo

Olio essenziale di Ylang ylang: controindicazioni

Solo per uso esterno. Vi consigliamo di attenervi alle dosi consigliate, poiché alti dosaggi di olio essenziale di ylang ylang possono provocare nausea o mal di testa.

Trattamenti e consigli per la pelle secca del viso

Consigli di bellezza viso: i prodotti cosmetici per idratare la pelle secca del viso

Per la detersione della pelle del viso va evitato il sapone: contiene sostanze che alterano il film protettivo della pelle. La mattina la pelle del viso va massaggita delicatamente con un olio vegetale (ribes nero, jojoba o avocado); è meglio usare un detergente sen­za risciacquo e poi applicare la crema viso e un fondotinta con ingredienti idratanti e antietà. In ufficio, il trucco è portare dell’ ac­qua termale da spruzzare ogni tanto sul viso per idratare la pelle contro l’ aria secca e cercare di non sostare troppo vicino a fonti di calore.

Per la sera, sono ottime creme-viso-notte con estratti di pappa reale, acido piruvico (che stimola i fibroblasti), o acido boswelico che ha un’ azione elasticizzante e lenitiva.

Trattamenti viso e medicina estetica: peeling viso

Un ottimo trattamento viso di medicina estetica è la Microidrodermoabrasione (Jet-peel): viene praticata dal medico estetico con un manipolo che veicola nella pelle os­sigeno, soluzione fisiologica e sostanze biostimolanti; in questo modo la pelle del viso si reidrata e si ossigena, rinnovandosi negli strati più superficiali (bastano 3-4 sedute).
Un ottimo trattamento estetico per il viso è anche un ciclo di peeling soft con so­stanze antiossidanti e cheratolitiche, come acido mandelico, o i peeling booster con capacità antiossidanti, per rinnovare gli strati superficiali della pelle del viso,consentire alla pelle di riflettere meglio la luce e di aumentare il suo turnover (ricambio cellulare).

Maschera viso fai-da-te: le ricette naturali per preparare machere viso fatte in casa
  • Per idratare e depurare a fondo la pelle del viso e favorire lo scambio sangue-os­sigeno, si può preparare una maschera viso fai-da-te con 3 cucchiai di gel d’ aloe puro e 2 perle di olio di borragine (si trovano in erboristeria); applicare la amschera viso per 20 minuti, poi risciacquare.
  • Un’ altra maschera viso fai-da-te facile da preparare si ottiene frullando una pera, mezza ca­rota e 2 cucchiai di olio di oliva; applicare la maschera viso per 10 minuti, poi sciacquare. È un mix ricco di vitamina E, antietà, e vitamina A, che aumenta le barriere naturali della pelle del viso.