Addio alle veline?

veline,polemiche,animalisti,trasmissione,candidate,onda,produzione,giulia calcaterra e alessia reato,fine stagione,autore della trasmissione,striscia la notizia,impegni lavorativiPrima i subbugli legati ad una presunta raccomandazione, poi le polemiche sollevate dagli animalisti contro una di loro che aveva affermato di non potersi più occupare del suo cane, a causa degli intensi impegni lavorativi. Le veline in carica non hanno avuto vita facile sull’ambito bancone di Striscia la Notizia, e si è parlato più volte di un loro possibile licenziamento.

Lo stesso autore della trasmissione, Antonio Ricci, aveva inizialmente messo le mani avanti dicendo che le ragazze sarebbero state in “prova” fino a dicembre, ma ha poi deciso di riconfermarle fino a fine stagione.

Ora che la scadenza del loro contratto si avvicina, indiscrezioni provenienti dal settimanale Novella 2000 parlerebbero di un possibile addio a Giulia Calcaterra e Alessia Reato. La produzione di Striscia vorrebbe scegliere autonomamente le prossime candidate, al di fuori della trasmissione Veline che la prossima estate non andrebbe dunque in onda. Per ora sono solo rumors, in attesa di essere confermati o smentiti.

Jennifer Lawrence meglio di Meryl Streep: un Premio Oscar a soli 22 anni

jennifer-lawrence-oscar-nominees-luncheon-2013-14.jpgUna predestinata. Un talento raro esploso con fragore domenica notte, quando l’Academy le ha consegnato il primo Premio Oscar della sua carriera. Il primo di una lunga lista, possiamo anche sbilanciarci. Perché Jennifer Lawrence rappresenta il nuovo che avanza in quel di Hollywood. Nata nel 1990, a soli 19 anni sconvolge critici e pubblico grazie all’intensa prova in Un gelido Inverno, con il quale ottiene una nomination agli Oscar, ai Golden Globes, Satellite Awards e Screen Actors Guild Awards. Non vince, ma è nata una stella.
Tutti se ne rendono conto. Sbancati i box office con Hunger Games, la Lawrence fa bingo grazie a Il Lato Positivo. Il film di David O. Russell conquista critica e pubblico, e lei, la bella Jennifer, fa breccia. A 22 anni diventa la seconda più giovane attrice a ricevere la nomination agli Oscar nel ruolo di migliore attrice, e lo vince. Non è un record, perché Anna Paquin lo fece suo nel 1994 a solo 11 anni con Lezioni di piano, ma è comunque un colpo a sorpresa.
Neanche Jodie Foster riuscì a far tanto, avendo vinto il suo primo Oscar nel 1988, con Sotto accusa, quando la sua carta d’identità segnava 26 anni. Persino Meryl Streep, incredibile ma vero, dovette aspettare i 31 anni per poter festeggiare l’Oscar grazie a Kramer contro Kramer. E attenzione perché in quel caso lo vinse come Miglior Attrice Non Protagonista. Dovendo poi scomodare il mito dei miti, Katharine Hepburn, scopriremmo che il primo dei 4 Oscar vinti arrivò nel 1934, con La gloria del mattino. A 26 anni. Anche contro di lei, Jennifer Lawrence, ha vinto.

I Cesaroni 5: il dolore di Elena Sofia Ricci sul set

elena_sofia_ricci7.jpgDal 14 settembre la rivedremo, dopo una stagione di assenza, nei panni di Lucia nella quinta stagione dei ‘Cesaroni’ e promette che “sarà una vera bomba”. In una intervista rilasciata al settimanale “A” l’attrice toscana Elena Sofia Ricci, in primavera grande successo nei panni di Suor Angela in “Che Dio ci aiuti!”, ha parlato a cuore aperto di quanto le è accaduto durante le riprese dei “Cesaroni“. “Per sei mesi ho seguito mio padre che si è ammalato, poi purtroppo se ne è andato. Stavo sul set con un grande dolore dentro, ma non ho pensato nemmeno per un attimo di lasciare. E’ la mia vita e se l’avessi fatto lui mi avrebbe preso a calci nel sedere. Papà è morto la notte tra Pasqua e Pasquetta. Non ho chiesto nemmeno un giorno di permesso per il funerale. E’ la vita, l’ordine naturale delle cose”.

Un grande dolore che però non le ha impedito di ridare alla sua Lucia, ritornata nella vita della grande famiglia romana, i toni della leggerezza e dell’ironia. “Riproponiamo lo stile allegro e un po’ scorretto che ha distinto le prime due serie – ha sottolineato – Gli adulti tireranno fuori il peggio. Come in un libro a me caro, ‘Signori bambini’ di Pennac, i piccoli diventano grandi e il contrario. Sarà molto divertente”. Elena Sofia ritorna a vestire i panni di un personaggio che le ha dato grandi soddisfazioni, a lei che si definisce “una donna libera. Mai frequentato salotti e l’ho pagata”.

E’ anche per questo motivo che ancora oggi fa un po’ fatica a trovare ruoli che ritenga congeniali: “Il cinema è un po’ modaiolo. Devo ringraziare un regista trasgressivo e coraggioso come Ozpetek che mi ha riportato al grande schermo affidandomi il ruolo di zia Luciana in ‘Mine vaganti’, così come sono grata a Giovanni Veronesi e Ricky Tognazzi per avermi offerto ruoli così diversi tra loro”. Il grande schermo per ora deve attendere, prima Lucia Cesaroni, poi per la seconda volta Suor Angela. Due facce di Elena attrice profondamente diverse, ma con un unico comune denominatore: vivere il lavoro con professionalità, allegria e riuscire a trasmetterle ai telespettatori. Ce la farà anche questa volta?

Penelope Cruz ospite a Sanremo 2013. Sarà vero?

Penelope Cruz a Sanremo

speculazioni politiche e mediatiche,video,festival di sanremo 2013,trasmissione nazionalpopolare,antonomasia della televisione italiana,telespettatori,serata,matrimonio,san valentino,aereo,coppia omosessualeFiglia  di un venditore di automobili e di una parrucchiera, Penelope Cruz è oggi, dopo vent´anni esatti di carriera (esordì infatti nel 1992 nel film “Prosciutto, prosciutto” di Bigas Luna) una delle star più note del cinema mondiale.  

Sorella dell´attrice Monica Cruz e del cantante Eduardo Cruz, nota per le sue liasons sentimentali con Tom Cruise e Matthew McConaughey, Penelope ha visto di recente la sua sfolgorante carriera suggellata dall´ingresso nella celeberrima “Walk of Fame” di Hollywood, prima attrice spagnola ad ottenere il prestigioso riconoscimento. E per questo seguita da uno stuolo di ammiratori in tutto il pianeta e, ovviamente, anche in Italia.

Non è sorprendente quindi il fatto che il passaggio di Penelope Cruz ieri sera nella trasmissione “Che Tempo Fa” di Fabio Fazio abbia sollevato nel nostro paese grande curiosità ed interesse. 
 
L´occasione della presenza della star originaria dell´Extremadura era lapresentazione 
dell´ultimo film cui ha partecipato, l´italiano “Venuto al Mondo” di Sergio Castellitto, anch´egli ospite della trasmissione. La pellicola, tratta dall´omonimo racconto di Margaret Mazzantini e nel quale la Cruz è protagonista insieme all´attore statunitense Emil Hirsch, è un co-produzione italiana, spagnola e croata (le riprese sono state effettuate a Sarajevo, dove la sceneggiatura è ambientata) ed era l´argomento principale dell´intervista. 
Penelope Cruz era già stata diretta da Castellitto nel 2004, quando tra l´altro con “Non ti muovere” vinse il premio David di Donatello come migliore attrice protagonista.

Ma inevitabilmente l´attenzione di tutti, a discapito del povero Castellitto, si è catalizzata sul passaggio in cui Penelope Cruz ha accennato al fatto che ama spesso fare un salto in Italia e che potrebbe tornarci a febbraio, aggiungendo “magari anche a Sanremo”.  
 
La risposta, data ad una domanda del visibilmente gongolante Fabio sui suoi futuri impegni, sembrava veramente preparata ad arte e difficilmente si può classificare come buttata lì per caso. Apriti cielo: le illazioni hanno cominciato a sprecarsi, anche perché Fabio Fazio della kermesse della canzone italiana sarà il conduttore insieme a Luciana Litizzetto. E se per Agata Christie tre indizi fanno una prova…
 
Quello della Cruz, ammesso naturalmente che il tutto non sia una trovata propagandistica per destare l´attesa per l´ultimamente zoppicante Festival, sarebbe un ritorno, dato l´attrice preferita da Pedro Almodovar fu al Teatro Ariston anche nel 2007, quando ebbe una lunga conversazione con Pippo Baudo e Michelle Hunziker.
 
Sarà vero? Difficile dirlo: Sanremo ha una lunga storia di ospiti internazionali di grande tradizione e spessore, politici, cantanti, attori e addirittura scienziati. Penelope Cruz sarà la prossima dell´elenco?