Sopracciglia: come farle ricrescere più folte e più in fretta

Nel tentativo di aggiustarle abbiamo esagerato con la pinzetta? Niente paura, il modo per far ricrescere le sopracciglia cʼè: ecco quale!

Sopracciglia: quante volte ci è capitato di andare giù pesante con la pinzetta nel tentativo di disegnarle come solo l’estetista sa fare? E poi, cercando di recuperare, abbiamo combinato un guaio anche peggiore? Lasciamo stare il panico da ultimo minuto prima di andare a una festa e mettiamo mano ai cosmetici per mascherare il buco come matite, cere o prodotti in crema da applicare precisione. Con un po’ di pazienza poi cerchiamo di far ricrescere le sopracciglia più folte di prima e più velocemente possibile. Ecco come fare.

Vai col verde: per stimolarei follicoli piliferi un ottimo rimedio è costituito dall’aloe vera, grazie agli enzimi che contiene. Se vogliamo un risultato stimolante, possiamo miscelare l’aloe con gli oli essenziali. Dolce ed efficace.

Olio, olio, olio: tra i rimedi naturali, gli oli occupano un posto d’onore. La ricetta perfetta è con olio di ricino, olio d’oliva e olio di mandorle da applicare quotidianamente sulle sopracciglia prima di coricarsi: la vitamina E, di cui questi oli sono particolarmente ricchi, le infoltisce e rinforza, oltre che stimolarne la nuova crescita. Anche l’olio di cocco si può utilmente utilizzare per questo scopo, basta applicarlo tiepido e massaggiarlo bene.

Prima l’uovo: se non siamo prevenute, possiamo fare ricorso anche alle uova, il cui contenuto di proteine è molto alto, tanto da essere in grado di nutrire i capelli e a maggior ragione anche i peli delle sopracciglia. Per una maschera efficace si usa solo il tuorlo ben sbattuto e applicato come impacco da tenere in posa per almeno un quarto d’ora sulla parte da trattare.

Ricambio naturale: per aiutare la crescita di nuovi peli è molto importante fare uno scrub più di una volta a settimana per favorire il ricambio cellulare e attivare la circolazione sanguigna, che aiutano la ricrescita di nuovi peli. Facciamo delicatamente dei movimenti circolari con un esfoliante per il viso, l’importante è che sia delicato, vista la sensibilità della zona da trattare.

Last but not least: se proprio non riusciamo col fai-da-te possiamo rivolgerci ai prodotti farmaceutici, che stimolano la crescita della peluria localizzata, quali i sieri a base di flavonoidi e peptidi che coinvolgono direttamente i follicoli favorendo la ricrescita. Questione di chimica!

Correttore: come si usa, come si sceglie e come si applica

Il correttore è un cosmetico che viene usato per nascondere le piccole imperfezioni della nostra pelle (brufoli, occhiaie e altre piccole macchie o inestetismi) che non possono essere coperte dal fondotinta.

Il correttore viene applicato dopo il fondotinta. Nel caso contrario, i due prodotti si impasterebbero e andrebbero ad appesantire anche altre zone della pelle del viso, che invece potrebbero permettersi una copertura più blanda.

Oggi impareremo come si usa il correttore, quali tipi di correttore esistono, come scegliere quello più adatto e come applicarlo.

Quali imperfezioni puo’ coprire il correttore?
– Le occhiaie, ossia la zona sotto all’occhio con colorito della pelle tra il bluastro e il viola.
– L’acne oppure i “brufoli”, la zona colpita ha un colorito rosso ed infiammato.– La couperose, che è un arrossamento della pelle dovuta ad una fragilità dei vasi capillari, spesso nella zona delle guance e del naso.

 – Altre piccole imperfezioni della pelle.

Continua a leggere