Sopracciglia: come farle ricrescere più folte e più in fretta

Nel tentativo di aggiustarle abbiamo esagerato con la pinzetta? Niente paura, il modo per far ricrescere le sopracciglia cʼè: ecco quale!

Sopracciglia: quante volte ci è capitato di andare giù pesante con la pinzetta nel tentativo di disegnarle come solo l’estetista sa fare? E poi, cercando di recuperare, abbiamo combinato un guaio anche peggiore? Lasciamo stare il panico da ultimo minuto prima di andare a una festa e mettiamo mano ai cosmetici per mascherare il buco come matite, cere o prodotti in crema da applicare precisione. Con un po’ di pazienza poi cerchiamo di far ricrescere le sopracciglia più folte di prima e più velocemente possibile. Ecco come fare.

Vai col verde: per stimolarei follicoli piliferi un ottimo rimedio è costituito dall’aloe vera, grazie agli enzimi che contiene. Se vogliamo un risultato stimolante, possiamo miscelare l’aloe con gli oli essenziali. Dolce ed efficace.

Olio, olio, olio: tra i rimedi naturali, gli oli occupano un posto d’onore. La ricetta perfetta è con olio di ricino, olio d’oliva e olio di mandorle da applicare quotidianamente sulle sopracciglia prima di coricarsi: la vitamina E, di cui questi oli sono particolarmente ricchi, le infoltisce e rinforza, oltre che stimolarne la nuova crescita. Anche l’olio di cocco si può utilmente utilizzare per questo scopo, basta applicarlo tiepido e massaggiarlo bene.

Prima l’uovo: se non siamo prevenute, possiamo fare ricorso anche alle uova, il cui contenuto di proteine è molto alto, tanto da essere in grado di nutrire i capelli e a maggior ragione anche i peli delle sopracciglia. Per una maschera efficace si usa solo il tuorlo ben sbattuto e applicato come impacco da tenere in posa per almeno un quarto d’ora sulla parte da trattare.

Ricambio naturale: per aiutare la crescita di nuovi peli è molto importante fare uno scrub più di una volta a settimana per favorire il ricambio cellulare e attivare la circolazione sanguigna, che aiutano la ricrescita di nuovi peli. Facciamo delicatamente dei movimenti circolari con un esfoliante per il viso, l’importante è che sia delicato, vista la sensibilità della zona da trattare.

Last but not least: se proprio non riusciamo col fai-da-te possiamo rivolgerci ai prodotti farmaceutici, che stimolano la crescita della peluria localizzata, quali i sieri a base di flavonoidi e peptidi che coinvolgono direttamente i follicoli favorendo la ricrescita. Questione di chimica!

Correttore: come si usa, come si sceglie e come si applica

Il correttore è un cosmetico che viene usato per nascondere le piccole imperfezioni della nostra pelle (brufoli, occhiaie e altre piccole macchie o inestetismi) che non possono essere coperte dal fondotinta.

Il correttore viene applicato dopo il fondotinta. Nel caso contrario, i due prodotti si impasterebbero e andrebbero ad appesantire anche altre zone della pelle del viso, che invece potrebbero permettersi una copertura più blanda.

Oggi impareremo come si usa il correttore, quali tipi di correttore esistono, come scegliere quello più adatto e come applicarlo.

Quali imperfezioni puo’ coprire il correttore?
– Le occhiaie, ossia la zona sotto all’occhio con colorito della pelle tra il bluastro e il viola.
– L’acne oppure i “brufoli”, la zona colpita ha un colorito rosso ed infiammato.– La couperose, che è un arrossamento della pelle dovuta ad una fragilità dei vasi capillari, spesso nella zona delle guance e del naso.

 – Altre piccole imperfezioni della pelle.

Continua a leggere

Pelle: quel che cʼè da sapere per conservare la bellezza dopo i 30

Qualche solco si fa vedere? Il make up non “regge” più come prima? Niente paura: ecco come conservare un aspetto giovane e fresco

Non è mai troppo presto perchè prendersi cura della pelle ora farà la differenza anche sulla bellezza futura. Con corrette abitudini e trattamenti giusti, si può contrastare efficacemente il fisiologico processo di invecchiamento: ecco qualche suggerimento per non temere gli effetti del tempo.

Ammettiamolo: dopo i trent’anni quasi ci mancano i problemi tipicamente giovanili, come l’acne per esempio, che tanto ci affligeva da ragazze. La comparsa di un brufolo ci metteva ko, una vera iattura soprattutto in vista di un incontro galante
Arrivate a questa fase della vita dobbiamo iniziare a pensare al futuro e le attenzioni da dedicare alla nostra pelle diventano fondamentali per il rinnovamento cellulare e per prevenire il progressivo processo ossidativo. Del resto, è proprio a partire dai 30 anni che iniziano a formarsi le prime, piccole rughe, vero e proprio segnale d’allarme. Ecco allora i consigli di bellezza per mantenere giovane l’epidermide il più a lungo possibile. Continua a leggere

Ciglia: quante ne sai sulle extension?

Un trattamento delicato che viene eseguito ciglia dopo ciglia, dallʼeffetto straordinario e naturale: ecco quel che cʼè da sapere

Realizzate in fibre sintetiche, le extensions delle ciglia sono del tutto simili alle ciglia vere. Si applicano in base alla forma dell’occhio per valorizzarlo al meglio e regalano un effetto super naturale perché si adattano completamente al nostro occhio camuffandosi alla perfezione. Se vogliamo avere occhi ammaliatori a cui nemmeno le sirene possono ambire, non ci resta che rivolgerci alle mani esperte dei professionisti e dedicare un paio d’ore del nostro tempo per un trattamento a prova di … sguardo!

Poco tempo? Restie al trucco pesante e comunque votate al nude look? Desiderose di avere ciglia folte come mai le avete sognate?
Bene, qui c’è bell’e pronta la soluzione: le extension delle ciglia. Lunghe e folte, rendono il nostro sguardo seducente per ogni battito di palpebre e sono quanto di meglio potremmo desiderare per stregare chi ci sta intorno.
Se abbiamo bisogno dell’aiutino del mascara per dare profondità e volume al nostro sguardo, possiamo ricorrere alle extension, che si applicano sulle nostre ciglia e che come per magia ci faranno avere gli occhi da cerbiatta con un effetto incredibilmente naturale.

Continua a leggere

Ecco alcune idee utili e simpatiche per organizzare ordinatamente i tuoi trucchi

C_4_articolo_2088436_upiImageppSistemare in maniera semplice e funzionale i prodotti del make up è indispensabile per trovare in un attimo il rossetto perfetto o la giusta crema e guadagnare spazio nell’armadietto del bagno, risparmiando ai vostri trucchi polvere inutile. Quale periodo migliore, quindi, dell’inizio anno per fare un po’ di ordine e pulizia tra i nostri prodotti di bellezza? Scopriamo insieme come fare.

Con un po’ di estro e fantasia tutto è più semplice. Servono alcuni contenitori di diverso tipo come bicchieri in vetro, cestini di paglia, portariviste o portadocumenti e i cassetti da tavolo facilmente reperibili in qualsiasi negozio per la casa. Inoltre, è meglio utilizzare involucri in plastica o vetro perché più facili da pulire se si sporcano di trucco; meglio evitare stoffa, legno, vimini o cartone.

Il portariviste serve per conservare le palette grandi che, se sistemate in maniera verticale, sono più facili da afferrare. I vasetti in vetro, invece, servono per riporre i pennelli e le matite. Nel caso dei pennelli per il trucco, bisogna prestare attenzione perchè il rischio è quello di piegare le setole. Per gli smalti basta una scatola di gioielli o di caramelle, disposte al loro interno le nuances si distinguono meglio l’una dall’altra.

Nei cassettini da tavolo si sistemano cosmetici come primer e fissatori, il rossetto, i fondotinta, il correttore, il blush, gli ombretti e il mascara. Ad ogni cassettino, magari colorato, corrisponde una tipologia diversa di prodotto. Infine, nel cestino mettiamo i nostri prodotti preferiti, quelli a cui proprio non possiamo rinunciare e che quindi devono essere a portata di mano: il nostro fondotinta giornaliero, la nostra cipria e il mascara preferito.

Ogni contenitore, inoltre, può essere decorato come più vi piace, secondo la stagione o rispettando lo stile della vostra casa.

Come mantenere i pennelli per il trucco più puliti

Proprio come il nostro viso, anche i pennelli per il trucco hanno bisogno di essere ripuliti dal make up! Molto spesso, però, la nostra pigrizia ci porta ad autoconvincerci che questa procedura non sia poi così importante: grave errore! Tra le setole dei pennelli sporchi, infatti, si trovano vere e proprie colonie di germi, batteri e cellule morte, le stesse che finiranno sul nostro viso quando andremo ad applicarci il trucco! Convinte? Bene, non ci resta allora, che andare a vedere quali sono i metodi più semplici e veloci per pulire i pennelli da trucco!

Detergiamoli
Nulla è più veloce di una salvietta struccante. Questa procedura è indicata solo se abbiamo poco tempo, un solo pennello e più ombretti da applicare. La salvietta struccante, infatti, toglie il colore dal pennello ma non elimina germi e batteri. Non dimenticatevi, subito dopo aver passato la salviettina struccante, di ripassare il pelo del pennello con una salviettina asciutta.

Facciamogli uno shampoo
Per la pulizia di pennelli sintetici e naturali, nulla è più efficace di acqua e shampoo! Bagniamo il pennello e aggiungiamo qualche goccia di shampoo delicato. Strofiniamo il pennello comprimendo con una mano il pelo, facendo attenzione a non deformarne il verso naturale. Proprio come per i nostri capelli, una volta applicato per bene lo shampoo, non ci rimane che risciacquare con abbondante acqua. Ripetiamo l’operazione fino a quando dal pennello non uscirà acqua limpida come fosse di ruscello!

Ubriachiamoli
Quello dell’alcol è un metodo tanto veloce quanto efficace! Grazie al potere disinfettante dell’alcol, infatti, i nostri pennelli saranno ripuliti non solo dal trucco ma anche da germi, batteri e cellule morte… e in pochissimo tempo! Non dobbiamo fare altro che intingere una pezzo di stoffa (lino o cotone) con delle gocce di alcol e strofinare sul pennello fino a quando non lo vedremo pulito… facile, no?